Qual è la capitale della Siria?

La capitale della Siria è Damasco, che ha una popolazione di circa 1, 71 milioni di abitanti. I ricercatori ritengono che questa popolazione potrebbe crescere di recente mentre le persone fuggono dalla guerra civile in corso, che è concentrata nella città di Aleppo. Si trova nella regione sud-occidentale del paese, nella parte inferiore della catena montuosa dell'Anti-Libano e lungo entrambi i lati del fiume Barada. Questa città copre un'area di circa 41 miglia quadrate e, grazie alla sua posizione nell'entroterra, sperimenta un clima semi-arido. Si ritiene che Damasco abbia una delle più antiche popolazioni umane costantemente presenti nel mondo, con il primo grande insediamento che si verifica tra il 1000 e il 2000 aC.

Storia della capitale della Siria

Damasco divenne un importante centro politico come capitale del regno di Aram-Damasco intorno al 1100 aC. In seguito passò sotto il dominio greco e poi romano, quando fu ulteriormente sviluppato e incorporato nella Decapoli. Nel 125 d.C., Damasco era considerato un importante centro metropolitano. Nel 634, questa città entrò nella sua era araba islamica, quando il Califfato Rashidun prese il controllo. Diverse forze avevano il controllo di Damasco nei successivi mille anni e nel XVI secolo l'Impero Ottomano intervenne per impedire un'alleanza tra persiani e mamelucchi.

Damasco rimase sotto il dominio ottomano per circa 4 secoli, durante i quali la città di Aleppo era più importante economicamente. Nei primi anni del 20 ° secolo, questa città ha vissuto una rivolta araba contro l'impero turco e nel 1918, il paese ha nominato il proprio re. Nello stesso tempo in cui la Siria stava subendo un movimento nazionalista, la Convenzione di Versailles concesse questo paese alla Francia come mandato. Le truppe francesi si trasferirono nella zona, rendendo Damasco la capitale del mandato. I francesi mantennero il controllo fino al 1941, quando la Siria ottenne l'indipendenza e Damasco rimase la capitale.

Demografia di Damasco, la capitale della Siria

Oggi, la demografia di Damasco riflette la sua lunga e complessa storia. L'attuale popolazione di 1, 7 milioni si riferisce solo all'area urbana centrale. L'intera area metropolitana che circonda Damasco ha una popolazione totale di circa 5 milioni, un aumento significativo rispetto alla popolazione di circa 140.000 l'area nel XIX secolo. Negli ultimi decenni, il numero di abitanti qui è cresciuto per diversi motivi, tra cui la migrazione da rurale a urbana, poiché le famiglie cercano maggiori opportunità economiche e occupazionali.

La maggior parte delle persone che vivono qui sono di discendenza araba, la maggior parte dei quali si ritiene abbiano le loro radici nelle tribù Ghassanidi e Lakhmid sviluppatesi nella regione meridionale del deserto durante il III secolo d.C. La più grande minoranza etnica in questa città sono i curdi, che sono costituiti da circa 300.000 individui.

La religione più diffusa a Damasco è l'Islam ei musulmani sunniti costituiscono la più grande denominazione. Altre grandi, ma minoranze, denominazioni islamiche includono Twelver Shia e Alawites. Damasco ospita anche il più grande movimento musulmano guidato dalle donne nel mondo, basato sul Sufismo. I cristiani costituiscono solo tra il 15 e il 20% della popolazione in questa città.