Pesce dell'Arabia Saudita

La terraferma dell'Arabia Saudita è in gran parte coperta dal deserto arabo e caratterizzata da paesaggi aridi. Questo arido ambiente desertico manca di laghi, fiumi e torrenti che sono necessari per gli habitat di pesci d'acqua dolce. Il paese, tuttavia, ha lunghe coste sia sul Mar Rosso che sul Golfo Persico. Queste acque ospitano una varietà di pesci, alcuni dei quali sono discussi di seguito.

Orata d'oro

Originario dell'Oceano Indiano, l' Acanthopagrus berda (comunemente noto come l'orata) si trova prevalentemente nelle acque costiere poco profonde e fangose. La giovane Goldsilk Seabream solitamente si trova all'interno delle aree della baia. La loro dieta consiste di vermi, molluschi, crostacei e pesci più piccoli. L'industria della pesca commerciale non prende di mira questi pesci e non sono state identificate altre grandi minacce contro di loro. Tuttavia, le pratiche di pesca di sussistenza possono comportare uno sfruttamento eccessivo. Per questo motivo, il Sudafrica ha stabilito una restrizione di cattura di 5 pesci al giorno. È di "minor preoccupazione" secondo la Lista Rossa IUCN delle specie minacciate di estinzione.

Pesce ago indiano

Il filetto indiano appartiene alla famiglia dei carangidi. È stato trovato dall'India all'Australia, così come al largo della costa dell'Arabia Saudita. Gli adulti di solito vivono in aree di barriera al di sotto di 65 piedi. Unico in apparenza, il pesce ago indiano ha un corpo dalla forma angolare, quasi geometrica. Predatore per natura, si nutre di meduse, calamari e piccoli pesci. Questa specie ittica è principalmente presa di mira da piccole attività di pesca, sebbene a Singapore sia coltivata commercialmente. Gli archeologi hanno trovato prove del filetto indiano in antiche rovine negli Emirati Arabi Uniti, suggerendo la sua importanza per l'uomo. Alcune persone li hanno anche tenuti negli acquari.

Basslet di Red Sea spinoso

La basslet spinosa del Mar Rosso è una specie relativamente nuova appartenente al genere Ancanthoplesiops . Si tratta di pesci molto piccoli, di barriera corallina, caratterizzati da segni marroni e bianchi. I ricercatori hanno scoperto questa specie a profondità di circa 55-98 piedi. Non sono ancora stati valutati dalla IUCN e non rappresentano una minaccia per la sicurezza umana.

Triglia persiana

Il pesce persico è noto solo nel Golfo Persico. Questa specie popola le acque basse e costiere dove mangia alghe e piccoli invertebrati. L'industria della pesca commerciale prende di mira questo pesce, anche se i ricercatori non hanno stabilito che la loro popolazione sia minacciata a causa di questa attività. Non ci sono specifici sforzi di conservazione per proteggere questa particolare specie, tuttavia alcuni dei suoi habitat sono stati protetti come riserve marine.

Arabian Sand Diver

Il saber arabo è un pesce endemico delle acque combinate del Golfo Persico, dell'Oceano Indiano e del Golfo di Oman. Vive in acque di circa 6, 5 ​​piedi di profondità. Il suo corpo sembra essere lungo ed è caratterizzato da una testa appuntita e una mascella inferiore sporgente. I maschi di questa specie sono riconosciuti da una fila di diverse macchie marroni e 3 file di punti blu chiaro. Questi pesci si nutrono in piccoli gruppi. Il suo nome, sabbiatrice, deriva dalla sua azione difensiva di tuffarsi nella sabbia quando spaventato.

Le acque al largo della costa dell'Arabia Saudita pullulano di vita marina, comprese molte altre specie ittiche aggiuntive. Per uno sguardo più completo al pesce dell'Arabia Saudita, una lista è stata presentata di seguito.

Il pesce dell'Arabia Saudita

Pesce dell'Arabia SauditaNome scientifico
Orata d'oroAcanthopagrus berda
Pesce ago indianoAlectis indica
Basslet di Red Sea spinosoCappuccino Acanthoplesiops
Triglia persianaLiza Persicus
Arabian Sand DiverTrichonotus arabicus
AlishTenualosa ilisha
Pompano africanoAlectis ciliaris
Acantobobno hadiyaensis

Acantobobno hadiyaensis
WahooAcanthocybium solandri
Tilapia bluOreochromis aureus