Le sinagoghe più grandi del mondo

Le sinagoghe sono spazi di preghiera (santuari) e luoghi di culto nella fede ebraica. Questo elenco fornisce le dieci più grandi sinagoghe del mondo e sembrano condividere una tendenza storica comune di sopravvivere contro le probabilità storiche che minacciavano la loro esistenza. Tali sfide includono la Giudeofobia, le guerre, le lotte intestine intra-religiose e altri processi politici. Queste sinagoghe fungono anche da importanti centri per la conservazione della letteratura ebraica in via di estinzione e del patrimonio culturale, nonché un luogo in cui gli ebrei, sparsi in tutto il mondo, si incontrano e adorano. In tutte queste sfide, la continua resilienza e dedizione delle comunità ebraiche globali si è dimostrata la loro principale risorsa.

10. Breslov Center, Ucraina

Il Breslov Center di Uman, in Ucraina, è la più grande sinagoga d'Europa con una capacità di seduta fino a 5.000 persone. Fondata oltre quarant'anni fa, la sinagoga è cresciuta enormemente e ora comprende un museo, una scuola e altre istituzioni. Situato vicino al luogo di sepoltura di una delle più grandi figure dei gruppi chassidici, il rabbino Nahman di Breslov, il centro riceve migliaia di pellegrini ogni anno, specialmente durante Rosh Hashanah. Verso la fine degli anni settanta, l'Unione Sovietica trasformò la sinagoga in una fabbrica di metallo e di conseguenza proibendo agli ebrei di entrare nel luogo di culto o nel luogo di sepoltura del rabbino Nahman. Oggi, Breslov Center è un'istituzione attiva con diversi progetti nella comunità che aiutano a costruire strutture comunitarie.

9. Sinagoga di Dohany Street, Budapest

Essendo la più grande del suo genere in Europa, la Sinagoga di Dohany Street è un centro del giudaismo di Neolog con una capacità di seduta di 3.000 persone. Costruito tra il 1854 e il 1859 a Budapest, in Ungheria, le decorazioni della sinagoga ricordano l'arte islamica nordafricana con elementi dell'arte medievale spagnola. Questa sinagoga ha un complesso che include il Tempio degli Eroi, un cimitero, un sito memoriale, il Museo Ebraico e la stessa Sinagoga. La sinagoga ha tre navate, due balconi, un organo e un'arca che contiene pergamene di sinagoga demolite dal dominio nazista e dall'olocausto. Dopo che l'Ungheria è tornata alla democrazia negli anni '90, sono iniziati i lavori di ristrutturazione e gli ebrei di tutto il mondo hanno inviato donazioni. Tuttavia, questa sinagoga ha affrontato diversi attacchi antisemiti sospettati di essere il risultato di istigazione politica, ad esempio, i teppisti hanno messo una bandiera israeliana in fiamme fuori dalla sinagoga nel 2012.

8. Sinagoga di Trieste, Trieste

La Sinagoga di Trieste è a Trieste, nel nord Italia e la sua costruzione iniziò nel 1908 e terminò nel 1912. A partire dal 1942, la Sinagoga chiuse le sue porte dopo l'ascesa del regime fascista al potere che introdusse le leggi sulla razza. Dopo questo, l'occupazione nazista ha usato la sinagoga per conservare opere d'arte e libri. Lo stile esterno ricalca in gran parte l'architettura romana utilizzata nel IV secolo in quello che sembra essere un tentativo deliberato di far rinascere antichi disegni ebraici. Il soffitto ha ciondoli disposti geometricamente e figure di stelle insieme a diversi versi del libro dei Salmi. La Sinagoga di Trieste è tra il più grande e prezioso luogo di culto degli ebrei in Europa.

7. Grande sinagoga, Plzen

La costruzione della Grande Sinagoga a Plzen, Repubblica Ceca, fu completata nel 1892 con un costo di 162.138 fiorini. Questa sinagoga è la seconda più grande d'Europa e deve il suo design gotico all'architetto viennese Fleischer. L'architettura di questa sinagoga ha un tema neorinascimentale e romantico coperto da decorazioni e una grande stella di David. La cupola ricorda l'architettura della chiesa ortodossa russa, mentre i soffitti hanno mescolato stili indiani e arabi. Durante la seconda guerra mondiale, la Grande Sinagoga divenne un deposito e, quindi, risparmiata dalla distruzione. Dopo il 1973, la dominazione comunista trascurò il luogo di culto e la sinagoga non vide alcuna riparazione fino al 1995 e in seguito riaprì nel 1998.

6. Sinagoga di Satmar, New York

Satmar Synagogue è a Brooklyn, New York e ha una stretta relazione con la vicina sinagoga, la Congregation Yetev Lev D'Satmar. Il Satmar è una dinastia chassidica con quasi 75.000 seguaci in tutto il mondo ed è religiosamente severa. I membri della Satmar Synagogue di New York usano la lingua yiddish con lo stesso linguaggio usato dai loro media e materiale educativo. Considerata una setta, Satmar si oppone allo Stato di Israele e vieta i seguaci di doveri civici come votare in Israele e, in cambio, non accettano i servizi del governo israeliano. Rifiutando la modernità, Satmar segue la frase "la Tora proibisce ogni nuova cosa" che si ritiene provenga da Mosè.

5. Congregation Yetev Lev D'Satmar, Brooklyn

Congregation Yetev Lev D'Satmar è una sinagoga chassidica a Brooklyn e i seguaci di Aaron Teitelbaum, il figlio maggiore di Satmar Rebbe Moshe Teitelbaum e fratello di Zalman, lo costruirono in soli quattordici giorni lavorativi nel 2006 e, quindi, si riferirono a una sinagoga miracolosa . Durante la costruzione, oltre 200 persone hanno lavorato per 18 ore al giorno, eccetto Shabbat, correndo per completare l'edificio con il capodanno ebraico. Telai in acciaio, blocchi di sidro e stucchi erano i materiali principali utilizzati nell'edificio che attualmente ospita un massimo di 7.000 persone. Con una tradizione ebraica ortodossa, la Sinagoga ha affrontato alcuni ostacoli giudiziari durante la costruzione a causa della negligenza delle misure di sicurezza, ma il lavoro non si è fermato in nessun momento.

4. Congregazione di Beth Tzedec, Toronto

La Congregazione Beth Tzedec a Toronto, in Ontario, è la più grande sinagoga convenzionale del Nord America. Questa sinagoga è il prodotto di una fusione tra Goel Tzedec e Beth HaMidrash e attualmente conta circa 6.000 membri regolari. Beth Tzedec aderisce strettamente alla cultura e alla storia ebraica tradizionale. Inizialmente, la sinagoga era un luogo di adoratori ortodossi che osservava i principi del giudaismo. Con la rigorosa missione di costruire un giudaismo affermativo che porti i miracoli della Bibbia nella vita delle persone, i membri di questa sinagoga aspirano ad amare la tradizione ebraica, a rispettare la religione e la comunione reciproca.

3. Temple Emanu-El di New York, New York

Gli ebrei con origini tedesche fondarono il Tempio Emanu-El a New York nel 1845 e divennero i primi fedeli ebrei riformati a Manhattan, New York. Essendo la nona più grande sinagoga del mondo, questa Sinagoga nana la maggior parte delle sinagoghe più grandi d'Europa e vanta di circa 3.000 famiglie che vi adorano. Emanu-El significa semplicemente "Dio è con noi" e, a causa della storia, questo tempio ospita il Museo Bernard di Judaica. Sin dal 1870, questo tempio abolì la segregazione sessuale e permise anche agli uomini di adorare senza indossare kippot. Grandi gruppi di immigrati ebrei dall'Europa dell'Est si unirono a Emanu-El negli anni '30 portando il loro dialetto yiddish e le loro tradizioni ortodosse.

2. Kehilat Kol HaNeshama, Gerusalemme

Kehilat Kol HaNeshama risale al 1965 ed è a Baka, Gerusalemme è anche la più grande sinagoga riformata e non ortodossa in Israele per gli ebrei. La Sinagoga ha affiliazioni con il Movimento di Israele per l'ebraismo progressista con forti convinzioni sul sionismo, il pluralismo, il volontariato, l'azione civica, la pace e la giustizia sociale. Descrivendosi come progressista, la sinagoga sostiene apertamente l'orgoglio LGBT e la comunità di Gerusalemme e ha organizzato diversi eventi correlati a LGBT negli Stati Uniti e in Israele. Questo sostegno ha portato a diverse critiche da parte di ebrei conservatori di tutto il mondo.

1. Belz Great Synagogue, Jerusalem

La Grande Sinagoga di Belz, situata a Gerusalemme, ha impiegato quindici anni per costruire e ha un santuario principale con una capacità di sedersi fino a 10.000 persone ma che si apre solo su Shabbat e altre festività ebraiche. Essendo la più grande sinagoga in Israele, la comunità Hasidic di Belz e una rete di sostenitori globali hanno finanziato la costruzione della sinagoga. Questa sinagoga ha quattro ingressi principali accessibili dalle quattro strade circostanti e ha un'arca in legno riconosciuta dal Guinness dei primati con 70 rotoli di Torah.