Credenze religiose in Uganda

L'Uganda è un paese senza sbocco sul mare situato nell'Africa orientale con una popolazione diversificata di circa 37, 8 milioni di persone. I residenti di questo paese praticano una vasta gamma di religioni, una libertà che è protetta dalla Costituzione. Il governo riconosce alcuni eventi religiosi come festività nazionali. Questi includono il Venerdì Santo, il Lunedì di Pasqua, Eid al-Fitr, Eid al-Adha e Natale. Tuttavia, le religioni devono essere registrate presso il governo per poter essere praticate. Alcune religioni sono state limitate dalla registrazione. Questo articolo dà uno sguardo alle religioni più praticate nel paese.

Religioni più ampiamente praticate in Uganda

cristianesimo

Il cristianesimo è la religione più ampiamente praticata nel paese. Circa l'84, 5% della popolazione pratica una delle diverse confessioni cristiane. La prima religione non indigena a raggiungere questo paese, tuttavia, era l'Islam. I musulmani iniziarono ad arrivare dalla costa orientale dell'Africa negli anni '30 dell'Ottocento. Gli esploratori britannici si fecero strada qui nel 1860. Dopo aver appreso alcuni insegnamenti della religione cristiana, il re Baganda chiese alla regina d'Inghilterra di inviare missionari. I primi missionari protestanti arrivarono nel 1877. Furono presto seguiti dai missionari cattolici francesi nel 1879. Le due denominazioni iniziarono presto una rivalità nei tribunali che fu rispettata dalla cultura locale e aiutò a diffondere la religione. Oggi, le principali denominazioni cristiane praticate nel paese sono il cattolicesimo romano (39, 3% della popolazione nazionale), il protestantesimo anglicano (32%) e varie altre confessioni (13, 2%).

Islam sunnita

L'Islam sunnita è praticato dal 12, 1% della popolazione e un altro 1, 6% pratica altri settori dell'Islam, come Shia, Ahmadiyya o altri. Come accennato in precedenza, questa religione è arrivata nell'area nel 1800 da musulmani provenienti dalla costa orientale dell'Africa per il commercio. Il re Baganda si convertì prima all'Islam prima di invitare i missionari cristiani che inizialmente aiutarono la diffusione della religione. Nel 1971, il paese ebbe il suo primo presidente musulmano. Le sue politiche di immigrazione hanno portato alla rimozione di un gran numero di asiatici dal paese che ha ridotto il numero di musulmani in Uganda. Oggi, le maggiori popolazioni di musulmani si trovano nelle regioni centrali e orientali del paese.

Altre credenze

Circa l'1, 6% della popolazione pratica le religioni indigene, il buddismo, la fede baha'i o l'induismo. Le credenze indigene sono in genere praticate in collaborazione con le altre religioni più ampiamente praticate. Ad esempio, circa il 27% della popolazione crede che la riverenza degli spiriti e il ricordo degli antenati possano proteggerli dalla sfortuna. Un altro 0, 2% della popolazione si identifica come ateo o agnostico.

Libertà religiose e persecuzione in Uganda

Nonostante le disposizioni costituzionali per la protezione della libertà di religione, sono stati segnalati casi di persecuzione religiosa. Alcune chiese cristiane hanno ricevuto minacce di violenza e alcuni convertiti cristiani sono stati attaccati, uccisi e scomunicati dai membri della famiglia musulmana. Il governo rifiuta anche di registrare alcune chiese che sono state governate come sette piuttosto che come religioni. Questi includono il Movimento per la restaurazione dei Dieci Comandamenti, l'Abengeri e le Fondazioni Spirituali Serulanda.

Le autorità locali hanno anche detenuto alcune persone per praticare le religioni non registrate. Coloro che sono stati giudicati colpevoli sono stati condannati a pagare una multa e a completare il servizio civile. Inoltre, la legge proibisce la pratica e la congregazione di qualsiasi partito politico basato su una religione.

Credenze religiose in Uganda

RangoSistema di credenzeQuota della popolazione ugandese
1Cristianesimo cattolico romano39, 3%
2Chiesa dell'Uganda (cristianesimo protestante anglicano)32, 0%
3Altre forme di cristianesimo13, 2%
4Islam sunnita12, 1%
5Sciita, Ahmadiyya e altre forme di Islam1, 6%
6Ateismo o agnosticismo0, 2%

Altre credenze1, 6%