Cosa e dove si trova la Sewall Belmont House?

La Sewall Belmont House, o come è ufficialmente nota The Belmont-Paul Women's Equality National Monument, si trova sulla 144 Constitution Avenue a Capitol Hill, Washington DC. L'edificio è una casa storica che è stata dedicata a servire allo scopo di privare i diritti delle donne. Prende il nome dai leader del Partito nazionale delle donne, Alice Paul e Alva Belmont. L'edificio fu aggiunto alla lista del registro nazionale dei luoghi storici nel 1972. Nel 1974 fu dichiarato monumento storico. Nel 2016, l'allora presidente Barrack Obama ha designato la casa come monumento nazionale.

Storia di Sewall Belmont House

La Sewall Belmont House fu costruita tra il 1799 e il 1800. L'architetto dietro la costruzione rimane sconosciuto. Tuttavia, lo storico American Buildings Survey afferma che c'è un'alta probabilità che l'architetto fosse Leonard Harbaugh, un architetto di Baltimora allora popolare. La casa fu costruita come aggiunta a una vecchia casa colonica costruita nel 1750. La famiglia Sewall, proprietaria della casa, soggiornava raramente in casa. Tuttavia, il suo eccellente design attirò un certo numero di importanti politici che vivevano lì. Alcuni dei politici che una volta hanno fatto della Sewall Belmont House la loro casa includono Thomas Jefferson, James Madison e Reverdy Johnson.

Ristrutturazioni alla casa

Nella guerra del 1812, si dice che gli inglesi abbiano causato alcune distruzioni alla casa, rendendo necessarie riparazioni e ristrutturazioni. Sewall ha chiesto al Congresso di pagare le spese di ristrutturazione, che il Congresso ha rifiutato, costringendo Sewall a ristrutturare la casa da solo. Dopo la morte di Sewall, sua moglie e i suoi discendenti hanno continuato a vivere e ristrutturare la casa aggiungendo ulteriori strutture. Dopo la morte dell'ultimo membro della famiglia, la casa rimase vuota dal 1912 al 1922. La casa era una proprietà privata dei discendenti di Sewall fino al 1922, quando fu acquistata dal senatore del Vermont Porter H. Dale. Dale ha intrapreso lavori di ristrutturazione sulla casa tra il 1922 e il 1924.

Diventare il quartier generale del Partito femminile nazionale

Nel 1929, Dale vendette la casa al National Women's Party. La casa fu ribattezzata Alva Belmont House dopo Alva Vanderbilt Belmont, cofondatrice e benefattora del National Women's Party. Ancora una volta, sono stati effettuati importanti lavori di ristrutturazione della casa per passare da un'abitazione unifamiliare a uno spazio di vita e di lavoro multiuso per i membri principali del National Women's Party.

Monumento nazionale di uguaglianza femminile di Belmont-Paul

Sebbene la casa abbia ricevuto lo status di punto di riferimento storico nel 1974, ha continuato ad essere utilizzata come quartier generale della NWP. La casa iniziò lentamente a trasformarsi in un museo dedicato al movimento di suffragio femminile. Ci sono molte sculture esposte nella casa delle donne coinvolte nella lotta per l'uguaglianza e il diritto delle donne. La scrivania di Susan B. Anthony e alcuni striscioni usati nelle proteste per la liberazione della destra femminile si trovano anche all'interno della casa. La casa è ora aperta al pubblico per le visite.