Cos'è la legge sul trattato per gli uccelli migratori?

La legge sui trattati sugli uccelli migratori è stata autorizzata dal Congresso negli Stati Uniti per proteggere gli uccelli dalle persone. È una legge che proibisce qualsiasi uccisione, caccia, cattura o vendita di uccelli e di parti di uccelli comprese le uova e i nidi. Uno ha bisogno di un permesso per eseguire una qualsiasi delle attività vietate, anche per scopi educativi e scientifici. Questo permesso è stato acquisito dal Servizio Fish and Wildlife degli Stati Uniti.

Storia della legge sul trattato per uccelli migratori

La legge fu istituita per la prima volta nel 1916 in linea con un accordo tra Stati Uniti e Gran Bretagna per proteggere gli uccelli migratori. In seguito all'accordo firmato, il Congresso autorizzò la Migratory Bird Treaty Act nel 1918. La legge fu stabilita quando la maggior parte delle specie di uccelli erano sull'orlo dell'estinzione dal commercio commerciale di uccelli e delle loro penne. Nel corso del tempo, il Migratory Bird Treaty Act del 1918 si estese a livello internazionale attraverso trattati con paesi come la Russia, il Messico e il Giappone. L'espansione ha visto più specie essere protette dalla legge. Le tribù dei nativi americani furono autorizzate a raccogliere piume di uccelli protetti per i loro eventi religiosi attraverso un aggiornamento della legge nel 1962.

Uccelli protetti dalla legge

La maggior parte degli uccelli protetti da questa legge sono gli uccelli selvatici e gli uccelli comunemente cacciati. Questi uccelli appartengono a famiglie che includono anatre, piccioni, gru, pivieri e piro-piro, tra gli altri. Va notato che molti uccelli che sono protetti non sono migratori, sebbene siano inclusi in seguito a una discussione secondo cui anche gli uccelli che rimangono nella stessa regione migrano alla ricerca di fonti di cibo. Secondo questa argomentazione, sono considerati migratori con lo scopo di proteggere dalla legge.

Uccelli non protetti dalla legge

Gli uccelli non sono protetti dalla legge sui trattati aviaria migratori se sono considerati non nativi o sono specie introdotte dall'uomo. Ad alcuni uccelli nativi viene inoltre negata la protezione dalla legge se capitano di cadere in famiglie di uccelli che non sono protetti. Gli uccelli invasivi e quelli che non sono invasivi ma sono stati introdotti in Nord America non rientrano in alcuna protezione di questa legge, così come gli uccelli da compagnia fuggiti e liberati.

Sanzioni per violazione della legge sul trattato per gli uccelli migratori

L'opposizione alla legge sul trattato per gli uccelli migratori è classificata come reato federale e le pene variano a seconda della gravità del reato. Piccole offese possono attrarre fino a $ 500 di multe e una pena detentiva di sei mesi. Un reato può portare a multe fino a $ 2000 e una condanna fino a due anni. I reati che colpiscono più uccelli possono essere accumulati, il che porta a multe salate e a pene detentive più lunghe. Alla gente viene chiesto di leggere la legge e di lasciare gli uccelli selvatici a rimanere selvaggi.

Importanza della legge sul trattato per uccelli migratori

Con molti uccelli in via di estinzione a causa delle attività umane e dell'industrializzazione, il Migratory Bird Treaty Act del 1918 contribuisce alla conservazione delle specie di uccelli. È necessario mantenere gli uccelli al sicuro, in quanto a beneficio della popolazione umana, in alcuni modi, incluso l'aiuto nell'impollinazione. Le persone dovrebbero prendere l'iniziativa di esortare l'amministrazione a sostenere la legge sulla protezione degli uccelli e ad opporsi agli emendamenti che potrebbero indebolire la legge.