In che continente si trova la Tailandia?

Il Regno di Thailandia è popolarmente conosciuto come Thailandia ed era precedentemente conosciuto come Siam. Si trova geograficamente all'interno della penisola indocinese nel continente asiatico. La Tailandia è il 20 ° paese popoloso del mondo con una popolazione stimata di 69 milioni e il 50 ° paese più grande con una superficie di 198.120 miglia quadrate. Ad est della Thailandia ci sono gli stati del Laos e della Cambogia, a ovest il Mare delle Andamane, a nord il Myanmar e il Laos mentre a sud il Golfo di Thailandia e lo stato della Malesia. La capitale della Thailandia è Bangkok.

Geografia della Thailandia

La Thailandia si trova nel cuore del sud-est asiatico. Si trova a 15 ° 00'N 100 ° 00'E. La Tailandia rivendica l'unica rotta terrestre dall'Asia alla Malesia e Singapore. Al suo punto più settentrionale è il famigerato triangolo d'oro; il confine del paese con il Myanmar e il Laos. Lo stato è composto da quattro regioni principali. La regione montuosa del nord è sede di numerosi templi e rovine, la vetta più alta del paese, Doi Inthanon e l'antica città di Chieng Mai. La regione ospita diversi gruppi etnici che sono emigrati dalla Cina centrale e dal Tibet diverse migliaia di anni fa. L'altopiano semi-arido di Korat si trova all'estremità nord-orientale della Thailandia. L'altopiano è la parte più desolata del paese. La parte centrale del paese è caratterizzata da fertili pianure. È densamente popolato e il cestino del cibo del paese. La capitale Bangkok è situata lungo le rive del fiume Chao Phraya. La regione meridionale del paese è caratterizzata da isole tropicali e spiagge squisite che si estendono per centinaia di chilometri.

Clima

Il clima della Thailandia è classificato come clima tropicale savana. Le punte orientali e occidentali del paese sono, tuttavia, classificate come clima monsonico tropicale. I venti monsonici di nord-est e sud-ovest influenzano il clima della Thailandia. Tra maggio e agosto, il monsone sudoccidentale dall'Oceano Indiano soffia aria calda e umida, causando forti piogge. Tra ottobre e febbraio i venti provenienti da nord-est della Cina soffiano aria secca e fredda sulla Thailandia. Le precipitazioni annuali vanno da 47 a 63 pollici, ma alcune aree come le province di Trat e Ranong registrano precipitazioni superiori a 180 pollici.

Controversie territoriali

Cambogia, Myanmar, Laos e Malesia sono gli unici paesi che confinano con la Thailandia. Le caratteristiche naturali delimitano un'ampia sezione dei confini, molti dei quali sono stati mappati tra la fine del XIX e l'inizio del XX. Tuttavia, i confini lungo il confine con la Cambogia e il Laos sono ancora in discussione. Nel 1962, la proprietà del Prasat Preah Vihear fu contestata dalla Thailandia e dalla Cambogia, e sebbene la Corte Internazionale di Giustizia abbia deciso contro la Thailandia, la disputa continua fino ad oggi. Il fiume Mekong delimita il confine tra Thailandia e Laos. Tuttavia, il fiume rompe le sue rive durante le forti piogge e copre una vasta area. Durante le basse piogge, il fiume rivela numerosi banchi di fango, banchi di sabbia e isole che sono rivendicati dal Laos. Il confine con la Malesia è spesso contestato a causa della presenza di minerali e attività di pesca. Solo nel 2004, un tratto controverso a meno di un miglio alla foce del fiume Kolok ha quasi portato a un conflitto su vasta scala